NON SOLO VACANZE BEACH & SUN PER I TURISTI ESTIVI DEL BEL PAESE

Il turista in italia – estate 2019

Non solo vacanze beach & sun per i turisti estivi del Bel Paese: tra le attività più praticate figurano le visite ai centri storici (svolte dal 43,5% dei turisti), in musei e mostre (19,6%), monumenti e siti archeologici (14,2%), ma anche le escursioni e le gite alla scoperta del territorio (41,8%), lo shopping e le degustazioni di prodotti tipici locali (ultima indagine diretta ai turisti che soggiornano in Italia).

SCARICA L’ INFOGRAFICA

Settembre, 2019

SOMMARIO

    1. Il turismo internazionale nel mondo
      1. Un settore chiave per la crescita economica
      2. Le tecnologie digitali stanno modellando le esperienze di viaggio dei turisti
      3. I flussi turistici nel Mondo
    2. Il turismo in Italia
      1. Il sistema di offerta: indagine diretta alle imprese ricettive
      2. La domanda: indagine diretta ai turisti che soggiornano in Italia
        1. L’impatto economico sul territorio
        2. Il turista in vacanza in Italia: identikit, motivazioni di visita, attività praticate e canali di comunicazione che influenzano la scelta
        3. La spesa turistica

        Nota metodologica

        1. La domanda: indagine diretta ai turisti che soggiornano in Italia
        2. Il turista in vacanza in Italia: identikit, motivazioni di visita, attività praticate e canali di comunicazione che influenzano la scelta
        3. La spesa turistica
        1. La domanda: indagine diretta ai turisti che soggiornano in Italia
        2. Il turista in vacanza in Italia: identikit, motivazioni di visita, attività praticate e canali di comunicazione che influenzano la scelta
        3. La spesa turistica

Dopo alloggio e ristorazione l’enogastronomia costituisce la principale voce di spesa del turista italiano e straniero

Dopo alloggio e ristorazione (per i quali si stimano consumi per 23,7 miliardi di euro, il 46% dell’impatto complessivo)
è l’enogastronomia a costituire la principale voce di spesa del turista italiano e straniero che soggiorna in Italia:
8,4 miliardi di euro per acquisti di prodotti agroalimentari (pari al 16,3% del totale).
Seguono le spese in attività culturali e ricreative per le quali si spendono nell’estate 2019 circa 7,6 miliardi di euro e lo shopping, in abbigliamento e
calzature (4,3 miliardi di euro) e in altri prodotti manufatturieri (5,3 miliardi di euro).

In totale, le spese per alloggio e ristorazione e gli acquisti di beni e servizi realizzati nel corso della vacanza hanno generato un impatto economico sul
territorio italiano che, secondo le nostre stime ed analisi, ammonta a 51,5 miliardi di euro.
Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente si registra un calo (-5% le presenze, -4,9% le spese) legato al solo mercato italiano e controbilanciato dai
turisti stranieri che fanno registrare aumenti positivi sia in termini di presenze (+2,6%) che di spese (+0,3%).

Per approfondimenti si rimanda al report completo che contiene un’analisi dello scenario nazionale ed internazionale ed i risultati dell’indagine rivolta ai
turisti in vacanza in Italia nell’estate 2019 e dell’indagine svolta presso le imprese ricettive italiane.

SELEZIONA UN ANNO

METODOLOGIA

  • le rilevazioni sono effettuate periodicamente nel corso dell’anno
  • il campione degli intervistati, per la domanda e per l’offerta, è altamente  rappresentativo
  • il campione della domanda è composto da turisti – italiani e stranieri – che abbiano soggiornato almeno una notte in strutture ricettive e in abitazioni private nel territorio regionale interessato dall’intervista
  • il campione dell’offerta è composto da imprese ricettive italiane, alberghiere ed extralberghiere
  • il campionamento è stratificato, con l’assegnazione di un’ampiezza campionaria predefinita per ciascuna delle 20 regioni italiane, basata sugli arrivi, le presenze e la capacità ricettiva nelle località di maggior interesse turistico.

“L’Osservazione economica del Turismo di Isnart-Unioncamere è l’unica indagine che inserisce i turisti che alloggiano nelle abitazioni private all’interno del campione intervistato.

  • Per l’analisi dei dati raccolti il campione viene riportato all’universo di riferimento attraverso un sistema di pesi
  • Le domande rivolte alla domanda turistica mirano a rilevare le caratteristiche strutturali del turista, i comportamenti turistici e l’importo della spesa individuale per circa 20 voci di spesa direttamente turistica (viaggio, alloggio) e indirettamente turistica (v. trasporti, parcheggi; ristorazione e intrattenimento, abbigliamento, acquisti agroalimentari, musei e mostre, ecc.), le domanda rivolte all’offerta ricettiva mirano a rilevare le percentuali di occupazione delle camere nelle strutture ricettive, la composizione della clientela e le strategie di vendita operate.
Leggi tutto Riduci

DESIDERI RICEVERE
IL REPORT COMPLETO?

Chiedi ai nostri esperti

    I campi contrassegnati da un asterisco sono obbligatori

    Ho letto l’informativa sulla privacy