ISNART è il punto di riferimento per l’analisi dell’economia del turismo e per la crescita delle imprese e dei territori.

Lo sport VINCE SU TUTTO

Il turismo sportivo è un turismo che ha registrato importanti cambiamenti, nel corso degli ultimi anni, a causa della pandemia da Covid e delle conseguenziali scelte di vacanza dei “nuovi” turisti: viaggiatori consapevoli di una libertà in parte perduta, che guardano al turismo come a una preziosa opportunità per stare all’aria aperta e mantenersi in forma, sfruttando la situazione a proprio vantaggio e che considerano l’attività sportiva il cuore della vacanza.

E’ un turismo praticato per metà dalle sole young generation mantenendosi in linea con i flussi principali pre-pandemia.

Fare sport in generale permette di mantenersi in forma e di godere della compagnia di qualcuno al tempo stesso, unendo l’utile al dilettevole; il turismo sportivo, infatti, si realizza all’insegna della compagnia del partner (41%), della famiglia (27%) e degli amici (17%).
Rispetto ai tempi pre-pandemia, le famiglie hanno superato i vacanzieri solitari rendendo questo turismo, in termini di flussi-target, potenzialmente più redditizio.

Riguardo i canali di comunicazione, i turisti sportivi si affidano al consiglio di amici e conoscenti (44,0%) che hanno già avuto modo di praticare sport nella località di interesse. La clientela italiana è tendenzialmente repeater (39%).  I turisti sportivi stranieri si affidano anche ai canali tradizionali per effettuare una scelta più consapevole.

I turisti sportivi viaggiano prevalentemente in auto (51%), in aereo (24%) e in treno (15%). Mentre l’auto resta un mezzo preferito da entrambe le categorie, altri come l’aereo sono scelti di più dagli stranieri (32%), per una questione di distanza geografica. Gli italiani si spostano anche in bus (9,3%) e in moto (5,1%) mentre gli stranieri lo fanno con mezzi di trasporto propri per percorrere lunghe tratte in autonomia, a bordo di un camper (7%), ma anche per fare un turismo sportivo più coerente (dal “personal-camper” al trasporto di attrezzature sportive).

Una volta a destinazione, i turisti sportivi procedono a piedi (51%), in auto (26%) e in autobus/metropolitana (9%).  Mentre gli italiani tendono a rimontare in auto (30%) o in moto (3%), spostandosi però anche in bicicletta (9%) per essere anch’essi coerenti con il tipo di turismo che vogliono fare, gli stranieri si servono dei trasporti pubblici locali (12%).

Tra le strutture scelte dai turisti sportivi, spiccano gli hotel (31%), con una prevalenza dei 3 stelle (57%), le residenze di amici e parenti (22%) e gli alloggi privati in affitto (17%).

I social aiutano i turisti a descrivere esperienze ed emozioni sulla propria vacanza.

7 turisti sportivi su 10 hanno scritto o scriveranno recensioni sulla loro vacanza in Italia, servendosi principalmente di social e motori di ricerca come Facebook (90%), Instagram (64%) e Google (40%).  Le recensioni rappresentano, quindi, un momento personale in cui condividere online le proprie esperienze ed emozioni attraverso social di natura discorsiva e visiva; questo modo di ricordarsi la vacanza prevale nei turisti stranieri (93% per Facebook; 67% per Instagram). Diverso l’approccio degli italiani che si basa, oltre a questi canali, sulle OTA come Booking (25%) o su social più recenti e di tendenza come TikTok dai contenuti brevi e d’impatto (4%).

VISUALIZZA ALTRE ANNUALITÀ

SELEZIONA TIPOLOGIA

METODOLOGIA

  • le rilevazioni sono effettuate periodicamente nel corso dell’anno
  • il campione degli intervistati, per la domanda e per l’offerta, è altamente  rappresentativo
  • il campione della domanda è composto da turisti – italiani e stranieri – che abbiano soggiornato almeno una notte in strutture ricettive e in abitazioni private nel territorio regionale interessato dall’intervista
  • il campione dell’offerta è composto da imprese ricettive italiane, alberghiere ed extralberghiere
  • il campionamento è stratificato, con l’assegnazione di un’ampiezza campionaria predefinita per ciascuna delle 20 regioni italiane, basata sugli arrivi, le presenze e la capacità ricettiva nelle località di maggior interesse turistico.

“L’Osservazione economica del Turismo di Isnart-Unioncamere è l’unica indagine che inserisce i turisti che alloggiano nelle abitazioni private all’interno del campione intervistato.

Leggi tutto Riduci

DESIDERI RICEVERE
MAGGIORI INFORMAZIONI?

Chiedi ai nostri esperti

    I campi contrassegnati da un asterisco sono obbligatori

    Ho letto l’informativa sulla privacy

    Skip to content